Pin It

San Zopito (... ‚Äď ...) √® un giovane martire, vittima delle persecuzioni del periodo paleocristiano.

Unico riferimento al nome del santo √® quello inciso sulla pietra tombale, che si trovava presso le catacombe di San Callisto, a Roma, e che riporta Sopitus in Domino (in latino, ¬ęaddormentato nel Signore¬Ľ).

Le sue spoglie vennero traslate, prima a Penne, poi definitivamente a Loreto Aprutino dal vescovo di Penne e dall'abate di Loreto nel 1711, ed ivi santificate.

San Zopito è il patrono di Loreto Aprutino.

Nella processione che si tiene in suo onore, che si svolge tradizionalmente il lunedì successivo la Pentecoste, si usa ancora condurre in chiesa un bue, cavalcato da un bimbo vestito di bianco, a inginocchiarsi davanti alla statua del santo.

Dallo sterco del bue i contadini traggono auspici per il raccolto.

Il rito di far inginocchiare il bue alla vista del busto del santo prende vita nello stesso 1711, durante il transito delle reliquie del santo da Penne a Loreto Aprutino; infatti, durante la solenne processione, un contadino che si trovava nei campi assieme al suo bue, alla vista dell'urna dove erano contenute le reliquie, tanto era accinto nel suo lavoro da non rivolgere attenzione alcuna alla processione; allora il bue si allontanò dal padrone, senza dar conto ai richiami di quello, e avvicinatosi alla processione si inchinò sobriamente.

Vedi anche: Loreto Aprutino e San Zopito

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna