Pin It

Girolamo Pico Fonticulano, architetto, matematico. Nasce nel 1541 a Fontecchio, e muore a Napoli nel 1595.

Personalità poliedrica complessa di erudito, Girolamo Pico Fonticulano ha ricoperto un ruolo importante nella storia dell'Aquila, soprattutto per quanto riguarda gli ambiti architettonici e urbanistici.

Nel 1573 è incaricato del progetto del Palazzo Margherita, ampliamento del preesistente Palazzo del Capitano, in Piazza del Palazzo.

Nello stesso anno è autore della nuova sistemazione urbanistica di Costa Masciarelli tra Porta Bazzano, dove realizza la fontana monumentale, e Piazza del Duomo.

È autore anche della nuova via nel quartiere della Rivera e, probabilmente, dell'impianto progettuale cinquecentesco della Fontana delle 99 cannelle, forse impirato dalla Piazza del Campidoglio di Michelangelo.

Tra gli altri lavori a lui attribuiti vi sono il campanile e la sacrestia della Cattedrale dei Santi Giorgio e Massimo in all'Aquila e un'opera idraulica nei pressi di Antrodoco.

Nel 1575 è autore della celebre Pianta dell'Aquila che verrà poi inserita in un trattato sul rilievo architettonico intitolato Geometria e pubblicato dopo la sua morte.

Nel 1581 è invece autore della Decrittio di sette città illustre d'Italia in cui analizza, sotto vari aspetti, sette città italiane e ne opera una classificazione:(Roma, Venezia, Napoli, Milano, Firenze, Bologna, L'Aquila.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna