Pin It

Giulia GrilliGiulia “Julia” Grilli, avvocato, femminista, nasce il 14 marzo 1893 a Brooklyn (New York) da Nicola e Rosa, e muore l’8 dicembre del 1991.

di Geremia Mancini*

Sia il padre, banchiere, che la madre, insegnante, erano nati a Sulmona.

“La nostra emigrazione …”

Giulia "Julia"Grilli importante esponente “femminista” e grande avvocato.

A lei si deve l’ingresso delle donne nelle giurie americane e la nascita dell’ordine delle “donne avvocato”.

Fu anche stimato giudice.

Giulia "Jula" Grilli era nata il 14 marzo del 1893 a Brooklyn (New York) da Nicola e Rosa.

Sia il padre, banchiere, che la madre, insegnante, erano nati a Sulmona.

Giulia ebbe tre sorelle Josephine, Aurora ed Helen.

Sin da piccola Giulia mostrò una straordinaria capacità di apprendimento e una forte determinazione nel raggiungere gli obiettivi prefissati.

Conseguì a pieni voti la laurea in legge e da quel momento iniziò la sua brillante carriera di avvocato.

Furono innumerevoli le cause che sostenne, sempre con grande successo, ed importanti e prestigiosi i suoi clienti.

Abbracciò, con entusiasmo e passione, la causa delle “femministe americane” e in breve ne divenne una delle massime espressioni.

Nel 1919 promosse una battaglia legale che potesse portare le donne a presenziare nelle giurie, sino ad allora composte di soli uomini, nelle stato di New York.

Fu anche una delle fondatrici dell’ordine delle donne avvocato americane. Successivamente nel 1921 venne sostenuta, con successo, del club delle donne democratiche per la carica di giudice.

Fu amica e consulente di Eleanor Roosevelt moglie del Presidente degli Stati Uniti.

Sposò Romolo Angelone, nato a Sulmona, importante diplomatico presso l’Ambasciata Italiana a Washington e al Consolato a New York.

Angelone fu anche addetto commerciale d’Italia a Shanghai e Tokio.

Il matrimonio tra Giulia Grilli e Romolo Angelone si tramutò in un vero evento mondano. Testimone di nozze fu l’Ambasciatore italiano a Washington.

Da avvocato si mostrò sempre assai generosa, con gli italo-americani e anche dopo, divenuta giudice, continuò ad essere un riferimento costante per tutte le comunità italiane.

Ebbe due figli Louis Paul ed Elisabeth “Betty”.

Ebbe una grande passione: il canto.

Tenne anche numerosi concerti a scopo benefico.

Sostenne economicamente fondazioni in difesa e a tutela di bambini ed anziani.

*Presidente onorario “Ambasciatori della fame”

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna