Pin It

Helenita Olivares

Due grandi occhi, teneri e aperti sulla felicità di vivere.

√ą la sua voce che prende, gi√Ļ, fino in fondo all'anima.Occhi e voce di Helenita Olivares.

E conoscerla, sentirla e volerle bene è tutt'uno.

Helenita Olivares, soprano colombiana, è tutta qui: nei suoi occhi, nella sua voce, nella sua felicità di vivere.

Helenita era solo una ragazzina quando dalla natia Cucuta, una delle pi√Ļ ridenti citt√† colombiane, giunse in Italia.

Con una grande valigia piena di sogni e una borsa.

Una bor­sa di studio vinta a un importantissimo concorso per pianofor­te e canto, indetto a Bogotà, la capitale appunto della Colombia.

E al Conservatorio di Santa Cecilia, in Roma, Helenita stu­diò senza sosta, amando la sua fatica e soffrendola come gioia di vivere. E soffocando dentro di sé la tenerissima nostalgia per la sua gente e l'amato paese tanto lontano.

La ¬ę principessina di Cucuta ¬Ľ, come - laggi√Ļ nella sua citt√† - avevano chiamato Helenita, complet√≤ cos√¨ nel giro di pochi anni la sua preparazione artistico-musicale.

E Roma la vide ben presto ¬ę regina ¬Ľ di recitals di canti colombiani: indimenticabili, per il calore e il colore, tutti particolari, della sua voce.

Cantante di altissimo stile, laureata in musica, preparatissima e grande cantante verdiana, Helenita Olivares ha una linea di can¬≠to dolcissima, duttile e agilissima nei passaggi pi√Ļ bruschi o im¬≠prevedibili. Ha una voce tenera e dolce, profonda e drammatica.

Ed è una voce ricca di fascino per come Helenita sa rendere sulla scena i personaggi delle grandi ope­re liriche del suo repertorio: Aida, Norma, Trovatore, Otello, Tosca... e ancora: Bohème, Butterfly, Anna Bolena.

Come interessantissime so¬≠no le sue incisioni per la ¬ę Supra-phon ¬Ľ del Te Deum di Dvorak, con la direzione di Smetacek, An¬≠ch'io sono l'America di Nascimbene, di Agenzia matrimoniale di Roberto Hazon e d'un recital con arie di Verdi, Rossini e Puccini.

Ospite amatissima dei pi√Ļ gran¬≠di teatri, Helenita Olivares dopo aver cantato a Praga, Madrid, Tori¬≠no, Caracas, Sofia, Trieste, Brati-slava, Bogot√†, Venezia, Bucarest, Maiorca, Brno...¬† ospite all'Arena di Verona.

Come Aida.Una dolcissima Aida che Helenita Olivares sa rendere con una tenera aggressività, degna della donna di rango che rappresenta sulla scena e degna del grande soprano che la in­terpreta: proprio la nostra Helenita.

Suo marito è il pittore Aligi Sassu.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna