Stampa
Visite: 998

dal Consigliere Comunale PD Avv. Antonio BLASIOLI riceviamo e pubblichiamo  

Estremo ritardo nella predisposizione dei controlli fonometrici ed acustici per i locali di intrattenimento 

Grave ritardo dell’amministrazione comunale, che solo nella giornata di ieri 13 agosto 2009, dopo le nostre numerose e reiterate richieste tese ad ottenere chiarimenti in merito allo svolgimento dei controlli fonometrici sul volume praticato dai locali di intrattenimento, interviene con l’Assessore Del Trecco, assessore con delega al monitoraggio ambientale ed acustico, per comunicare di aver scritto una lettera all’ARTA per richiedere i predetti controlli dal 14 agosto 2009. 

L’Assessore Del Trecco, bontà sua, con estrema tempestività!!!, a 15 giorni dalla fine della stagione balneare, chiede all’ARTA di predisporre i controlli fonometrici.

Ci stupisce questa in-tempestività, posto che,  è bene chiarire che dal momento del rilievo, l’ARTA avrà bisogno di almeno due o tre settimane per elaborare i dati registrati ed apportare quindi le sanzioni ai locali non rispettosi delle regole, con buona pace della sanzione più pesante che è rappresentata dalla chiusura dei locali per alcuni giorni.

E pensare che da questa estate la Polizia Municipale aveva due agenti appositamente formati dal Comune per eseguire i rilievi fonomestrici! 

Ancora una volta, dietro la svista dell’Amministrazione c’è il ragionevole dubbio che i locali godano di un trattamento di favore, che si riceverebbe da alcuni comportamenti omissivi. 

Presenterò, nella giornata di domani, un’interrogazione a risposta scritta ed orale per chiedere all’Assessore Del Trecco: 

1)      quanti controlli ci sono stati nel corso dell’estate del 2009, rispetto a quelli dell’annualità precedente;

2)      come sono stati scelti i controlli a campione e con quali criteri;

3)      se la Polizia Municipale di Pescara ha controllato che gli obblighi previsti nell’ordinanza n. 605/2009, ivi compreso l’obbligo di dotarsi di videosorveglianza, siano stati correttamente rispettati nei termini e quante sanzioni, eventuali, siano state irrogate; 

Occorre contemperare le esigenze degli operatori commerciali che giustamente vogliono svolgere la propria attività con il diritto al riposo ed alla quiete pubblica dei residenti che abitano in prossimità dei locali dove si svolge l’intrattenimento.

Per farlo, il Comune deve mettere in atto i controlli in maniera sistematica e continua, senza affidarsi ad esternazione che sono ben lontane dalla realtà, come quelle dell’Assessore Del Trecco, che inviterei a passare la sera dalle parti di Via Foscolo per vedere se la musica alta dei locali e gli schiamazzi  può conciliarsi col riposo dei residenti.                                                     

                                                   Avv. Antonio BLASIOLI                                            

                                             Consigliere comunale PD Pescara