Pin It

Pescara, 13 agosto 2009 

Al sig. Presidente del Consiglio Comunale 

Al signor Responsabile Ufficio Organi Deliberanti 

e, p.c.                    Al sig. Sindaco del Comune di Pescara 

 

 

Oggetto:  interrogazione a risposta scritta ed orale  

Premesso che: Il quotidiano “il Centro” della data odierna riportava una intervista rilasciata dall’assessore all’ambiente sig.ra Isabella Del Trecco la quale, e riporto esattamente le parole scritte sul quotidiano, in merito al rispetto dei limiti di rumorosità fissati dalla legge, dichiara:“si tratta di accertamenti istituiti per le giornate clou dell’estate.

Siamo sicuri che i controlli daranno esito positivo grazie a quel rapporto di collaborazione che l’attuale amministrazione comunale ha saputo istituire con i piccoli imprenditori della città, quelli che rappresentano l’ossatura della nostra economia e che, come noi, credono nella necessità di rispettare le regole”. 

Il giornale chiarisce ulteriormente: “i controlli richiesti andranno per tutta la settimana di ferragosto e proseguiranno per tutta l’estate.

Si faranno verifiche a campione dei locali sui litorali nord e sud.

Ieri (12 agosto) la Del Trecco ha inviato una richiesta all’Arta e all’Asl ed al comando di Polizia Municipale per avviare da subito le verifiche.

Verifiche peraltro già in corso da alcuni giorni per i locali di altre zone della città riviere escluse.           

I N T E R R O G A Z I O N E  

 

SI CHIEDE DI SAPERE: 

1.      Se non ritiene tardiva l’iniziativa assunta dall’assessore per tutta l’estate in considerazione del fatto che la “nostra” estate è cominciata da molte settimane e quelle trascorse sono senz’altro in numero di gran lunga superiore a quelle che rimangono; 

2.      Se è vero che le verifiche in altre zone della città erano già in corso da alcuni giorni, mentre erano state escluse le riviere zone che, pur costituendo una risorsa primaria per la nostra città, risaputamene, presentano rischi maggiore sotto il profilo della rumorosità;  

3.      Se il giudizio di merito espresso nei confronti dei piccoli imprenditori, che condivido perfettamente, è limitato ai soli imprenditori delle riviere con evidente mancanza di rispetto nei confronti di imprenditori, pur numerosi e bravi, collocati in altre zone della città; 

4.      Se non riscontra nell’assessore un’attenzione eccessiva verso una categoria di lavoratori a scapito di altri cittadini della zona, pure essi meritevoli di pretendere il rispetto delle leggi; 

5.      Se non ritiene discriminatoria e persecutoria l’iniziativa attivata nei confronti di imprenditori che operano in zone diverse dalle riviere nord e sud.     

Il Consigliere

Florio Corneli

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna