Pin It

Piazza Palazzo

L’orologio della Torre di Piazza Palazzo nella città abruzzese dell’Aquila, è uno fra i più antichi orologi pubblici d’Italia. Installato nel 1374, è stato preceduto soltanto da altri due, l’uno a Firenze e l’altro a Ferrara.

Sulla torre era installata una gigantesca campana, chiamata “Reatinella”, dopo essere stata recuperata nel 1320 nella guerra contro i reatini, che ne avevano fatto preda sette anni prima.

Il suo suono limpido e possente si sentiva in un raggio di 30 chilometri.

Nel Cinquecento fu requisita e fusa dagli spagnoli, con altre campane della città, per farne artiglierie al Castello.

Nel 1774 vi fu ricollocata una campana più piccola, ogni pomeriggio a battere i 99 tocchi che ricordano i leggendari 99 Castelli della fondazione.

              La piazza deve il suo nome odierno alla residenza approntata nel 1575 per accogliere degnamente Madama Margherita d’Austria, figlia dell’imperatore Carlo V, da poco nominata governatrice perpetua della città, con la relativa corte di dame, gentiluomini e servitù.

Dopo la sua morte, avvenuta nel 1586, il Palazzo ebbe altre destinazioni pubbliche, quale sede della Regia Udienza, poi dell’amministrazione comunale, della giustizia e oggi nuovamente residenza municipale.

Nel giardino troneggia la statua di Sallustio: Primus Romana Crispus in Hitoria.

Nel periodo a cavallo della seconda guerra mondiale era adibito a Tribunale.

L’ingresso era su Via Andrea Bafile e sopra il portone troneggiava la scritta “PALAZZO DI GIUSIZIA”, con le lettere incollate al muro.

Durante un bombardamento, una bomba cadde nelle vicinanze del portone e lo spostamento d’aria fece cadere le prime due lettere: per molto tempo si poté ammirare la “nuova” scritta.

Vedi anche: Palazzo Margherita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna