Pin It

La Festa del Coccin Coccetto

Ricorrenza: il pomeriggio della Domenica di Pasqua

Nel pomeriggio della domenica di Pasqua con inizio alle ore 15, tradizionale festa del "Coccin Coccetto" con le uova sode colorate.

Si tratta di un'antica tradizione comune a varie località ma che nell’Appennino modenese rischiava di scomparire.

Da qualche anno invece sono stati rivitalizzati gli appuntamenti del pomeriggio di Pasqua a Pievepelago e del pomeriggio di Pasquetta a Riolunato, con migliaia di uova in gioco, che hanno ottenuto grande successo di partecipanti.

Così la montagna riscopre e valorizza le sue tradizioni.

Per l'occasione la Pro Loco di Pievepelago allestirà un'idonea scenografia nella piazza centrale del paese, con varie iniziative ricreative collaterali.

La tradizione del gioco con le uova sode per Pasqua è molto antica e assai coinvolgente nella sua semplicità: due contendenti picchiano tra loro le punta delle loro uova sode, solitamente dipinte con colori vivaci, ed il possessore dell'uovo che si rompe per primo ("cocciato") deve cedere il proprio uovo al vincitore.

Immaginabile una certa "suspence” che doveva esserci un tempo, quando le uova rappresentavano un piccolo patrimonio. oltre al gioco in coppia c'è quello a "fila", con una dozzina di concorrenti posti in cerchio che si affrontano a vicenda, finché non resta un solo uovo intatto.

Per il vincitore una scorta d'uova sode "cocciate" con cui cenare per almeno una settimana ...

Per gli sconfitti, c'è tempo per rifarsi: nel pomeriggio di Pasquetta le sfide riprendono più intense che mai nel centro storico del vicino comune di Riolunato.

Cenni storici

Pievepelago è un comune della provincia di Modena, in Emilia Romagna.

Sorge sulle rive del torrente Scoltenna, al centro della valle del Pelago nell'angolo dell'Appennino Modenese che confina con la Toscana, nei pressi del Monte Giovo e del Monte Rondinaio.

Tra i monti circostanti si trovano alcuni laghi, tra cui il Lago Santo, all'altezza di 1501 m s.l.m., di origine glaciale, il lago Baccio, il lago Turchino, il lago Piatto e il Lago Nero.

Il territorio si presenta ricco di boschi di castagni, faggi e conifere, percorsi da numerosi sentieri.

Il clima dell'area è tipicamente appenninico, caratterizzato da inverni abbastanza nevosi ed estati miti, con temperature molto gradevoli.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna