Pin It

Processione del Cristo morto

Ricorrenza: il Venerdì Santo degli anni pari

Si svolge per le vie Savona, in Liguria, organizzata dalle sei Confraternite risalenti al Tredicesimo Secolo.

Vengono portate a spalle 15 gruppi lignei policromi che vanno dal Cinquecento al Novecento e rappresentano vari momenti della Passione e Morte di Nostro Signore.

Chiude la sfilata religiosa l'Arca della Reliquia della Santa Croce di Gesù, sormontata dal baldacchino in un trionfo di oro e argento.

Tra i gruppi portati in Processione alcuni gruppi musicali, cori, orchestra che eseguono melodie di Passione e brani eseguiti soltanto per questa Processione.

Circa millecinquecento persone in Processione, tutte indossano la 'cappa' il tradizionale saio degli appartenenti alle Confraternite, e circa 40.000 gli spettatori ai lati delle vie percorse dalla Processione, tutti in religiosissimo silenzio.

Esce dalla Cattedrale alle ore 20 e termina nella piazza del Municipio alle ore 23,30 con la Benedizione del Vescovo.
Si tratta di una manifestazione religiosa, partecipata da Confratelli, Religiosi, Sacerdoti e Vescovo.

La sua origine si può rintracciare nelle prime manifestazioni delle Confraternite medievali, con le pubbliche flagellazioni di penitenza accompagnate da cortei e canti.

Dal Seicento, la Processione di Savona si arricchisce di gruppi lignei raffiguranti scene della vita di Cristo, che si sono, poi, via via aggiunti negli anni fino all´ultima "cassa" dell´Ecce Homo, del 1978, di Renata Cuneo.

Oggi la Processione si è trasferita dagli stretti vicoli alle larghe vie ottocentesche del centro, illuminate nelle ore serali dalle luci elettriche che hanno sostituito le suggestive - ma pericolose - fiammelle delle candele.

Apre il corteo la Croce di Passione, sostenuta dal ritmo dei tamburi e seguita dalle altre quattordici casse sorrette a spalla; ultima l´Arca Santa Croce, contenente un cospicuo frammento della Croce di Cristo di alto valore religioso, accompagnata dal Miserere in latino dei Confratelli e dal Clero guidato dal Vescovo Diocesano.

Le numerose soste lungo il percorso, annunciate dai colpi di "mazzetta" sulle travi che sostengono le casse, servono a ritmare il lento procedere e ad alleggerire il peso dei portatori.

Ma la Processione non è fatta solo di Casse, di colpi di tamburo, di fatica dei portatori: gruppi musicali sottolineano i momenti drammatici con melodie quaresimali che rompono il silenzio penitenziale.

Le bande suonano Pastorali di Bach, mentre un complesso corale - orchestrale si esibisce in canti gregoriani e nell´esecuzione di mottetti sacri composti da autori savonesi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna