Pin It

Vi siete mai chieste che cosa sente il vostro baby nel pancione?

di Valentina Granatello*

La prima domanda che ho posto al mio ginecologo di fiducia, alla prima visita della prima gravidanza è stata: «Ma lì dentro, esattamente, che succede?».

Succedono un sacco di cose! Innanzitutto il feto comincia a sentire il cuore della mamma nella nona settimana di gravidanza: per lui è come un tamburo che dà il ritmo alla sua giornata.

E’ un suono che sente piuttosto forte, cadenzato e per questo è fondamentale che immediatamente dopo la nascita il bambino sia posto sul seno della sua mamma, almeno per un po’.

Deve sentire ancora quel suono famigliare per capire che anche lì fuori è tutto tranquillo…

A 12 settimane, dunque già a tre mesi, il feto è in grado di sentire rumori e suoni esterni: li percepisce in modo ovattato, perché è immerso nella placenta, ma è sempre meglio proteggere il pancione da un eccesso di rumore (ad esempio concerti live o cinema d’azione con colonne sonore molto alte).

Di sicuro il feto percepisce con nettezza, e ne gode molto, la presenza della mamma: una carezza prolungata sul pancione, un massaggio con oli appositamente per la gravidanza, come quelli alla mandorla, generano una grande benessere per il bambino, che percepisce il relax della mamma stessa che ‘coccola’ il suo pancione.

E poi c’è la luce: sono ancora in corso studi specifici, ma pare dimostrato che il feto possa percepire le fonti luminose, anche se in modo molto lieve perché le pareti uterine proteggono e filtrano molto la luce esterna.

E il dolore? Anche questo è un tema affascinante!

Pare che il feto non senta vero e proprio dolore, anche se alcune eco scattate durante l’amniocentesi lasciano intravedere piccoli disturbi, quasi dei fastidi, qualcosa di paragonabile a una lieve pressione sul petto che viene sentita nel momento dell’intervento da parre del neonato.

Bisogna ovviamente prestare attenzione alle botte sulla pancia: gli addominali di noi mamme si sono trasformati per fungere da efficace barriera protettiva, ma non reggono a urti o colpi forti.

Non si spiegherebbe altrimenti il gesto istintivo che noi tutte facciamo, quando non ci sentiamo sicure di ciò che sta accadendo intorno, di coprirci il pancione.

*www.yahoo.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna