Pin It

 

L'Eremo di San Domenico è una chiesa nel comune di Villalago.

Comprende una grotta scavata nella roccia calcarea, nella quale secondo la tradizione, attorno all'anno 1000 dimorò il monaco benedettino San Domenico.

Alla chiesa si accede attraverso un portico abbellito da sei dipinti del 1938 opera del pittore villalaghese Alfredo Gentile, raffiguranti scene tratte dalla vita del Santo e focalizzate sulla narrazione di alcuni miracoli.

Nel 2012 sono stati restaurati e resi finalmente di nuovo accessibili e leggibili.

All'interno della chiesa, dietro all'altare vi è una statua del Santo, e alla destra della chiesa, rispetto all'entrata, vi è un affresco di Madonna con Bambino, purtroppo quasi del tutto rovinato e sbiadito.

Di fronte all'Eremo si trova il Lago di San Domenico, bella la vista dalla bifora del loggiato antistante alla chiesa.

Nella chiesa principale di Villalago vi è un resto del letto di legno dove si ritiene San Domenico meditò nel suo eremo.

Qui vi è anche conservato un molare che il santo donò agli abitanti di Villalago come segno del suo passaggio.

√ą meta, ogni 21 agosto, di un pellegrinaggio rigorosamente a piedi dei fedeli di Fornelli, in provincia di Isernia.

La tradizione vuole, infatti, che l'insediamento abitativo di Fornelli sia stato costituito da popolazioni originarie della Diocesi di Sulmona-Valva che vi abbiano portato il culto di San Domenico, divenuto, assieme a San Pietro da Verona, co-patrono della parrocchia.

I pellegrini, oltre cento e a volte anche 300, partono alle ore 22.00 di ogni 19 agosto dalla Cappella della Madonna delle Grazie in Fornelli e ricevono poi il saluto del parroco nella chiesa di San Pietro Martire.

Il cammino sino a Villalago, di oltre 80 km tra tratturi, sentieri e, oggi, anche strade asfaltate, tocca i comuni molisani e abruzzesi di Cerro al Volturno, Pizzone, Alfedena, Barrea, Villetta Barrea, Scanno e Villalago.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna