La scritta in aramaico contribuisce alla datazione

"Nel complesso panorama degli studi scientifici condotti sulla Sindone di Torino, una delle scoperte più recenti riguarda una scritta che rimanda all'aramaico dei tempi di Cristo e che dunque, se ciò venisse confermato, potrebbe contribuire alla controversa questione della datazione del telo sindonico".

Rolando Pelizza, che fu suo allievo: “Si nascose grazie al Vaticano”

di Rino Di Stefano*

Foto mai viste e lettere inedite del genio della fisica scomparso nel 1938 aprono nuovi e clamorosi scenari

Sciascia aveva ragione: Ettore Majorana non sarebbe morto suicida, né tanto meno sarebbe fuggito in Venezuela.

Conuigi RosenbergMaccartismo, paura rossa, caccia alle streghe, spionaggio

di Mirko Crocoli*

L’incredibile vicenda della coppia finita sulla sedia elettrica in piena Guerra Fredda.

La pena di morte in Italia è stata usata dai tempi dell'Antica Roma fino al 1948

Era prevista nell'ordinamento del Regno Lombardo-Veneto (1815-1866).

Angelo Messedaglia, il quale insisteva sulla mitezza del sistema penale austriaco rispetto agli altri paesi europei, annotava che solo poche condanne erano effettivamente eseguite negli anni tra il 1856 e il 1864.

Il processo di Verona fu un procedimento giudiziario avvenuto, dall'8 al 10 gennaio 1944, nell'omonima città veneta che, all'epoca, era sotto la giurisdizione della Repubblica Sociale Italiana (RSI).

Il processo si tenne a Verona in Castelvecchio, nella sala da concerto degli Amici della Musica, dove nel novembre dell'anno precedente ebbe luogo il I Congresso nazionale del Partito Fascista Repubblicano