Pin It

Guerra per la successione al ducato di Bretagna

Una delle più singolari guerre della storia, è quella detta “delle due Giovanne”, combattuta nel '300 fra Charles di Blois e Jean di Montfort per la successione al ducato di Bretagna.

Fu così denominata per l'attivissima parteci­pazione delle consorti dei due contenden­ti, rispettivamente Giovanna di Penthièvre, soprannominata la Zoppa, e Giovanna di Fiandra. L'una fu poi costretta a rinunciare alla Bretagna perché il marito fu scon­fitto ed ucciso ad Auray nel 1364 e l'altra morì pazza in Inghilterra dieci anni dopo.

La guerra di successione bretone (1361-1364) - o guerra delle due Giovanne” - fu uno dei conflitti secondari che ebbero luogo nel corso della guerra dei cent'anni.

Per un quarto di secolo, dal 1341 al 1365, una guerra intestina mise a ferro e fuoco la Bretagna. Causa di quella guerra la rivalità tra Charles di Blois e Jean di Montfort i quali pretendevano, entrambi, di avere diritto di succedere al duca Jean III.
Tra i signori e il popolo si formarono due partiti ed entrambi i contendenti furono, a loro volta, fatti prigionieri.

Le loro mogli, Giovanna di Montfort, chiamata dai suoi compagni “Giovanna la fiamma” in ragione del suo coraggio, e Giovanna di Penthièvre, detta “Giovanna la zoppa”, continuarono il conflitto che divenne così: “la guerra delle due Giovanne”.
Dopo svariati assedi e battaglie i due contendenti, non essendo riusciti a mettersi d’accordo sulla base di un trattato decisero di combattere una battaglia definitiva.
Essa ebbe luogo il 23 settembre 1364 nella
piana di Auray.
Charles, che non aveva voluto tener conto dei consigli di Bertrand Du Guesclin, grande condottiero bretone, si fece prendere nelle file dei nemici; ricevette un colpo di daga che gli attraversò la gola e, prima di morire, gli rimase il tempo di dire “Domine Deus”.
Jean fù allora riconosciuto quale solo ed unico duca di Bretagna con il nome di Jean IV il conquistatore.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna