Pin It

Nicholas Martini, grande avvocato e sindaco di Passaic nel New Jersey. nasce il 17 settembre 1904 a Paterson, New Jersey, e muore nel 1991.

di Geremia Mancini*

I suoi genitori Michele e Giuseppina erano nati entrambi a Fraine.

Il padre, Michele, arrivò nel New Jersey all’età di otto anni e anche la madre vi giunse piccolissima (nel censimento statunitense del 1940 Michele e Giuseppina risultavano avere 56 anni).

Michele sin da piccolo fu indirizzato al mestiere di “cappellaio”. 

Successivamente aprì una propria ricercata bottega nella quale fabbricava e vendeva cappelli.

Il piccolo Nicholas, sin da piccolo, mostrò una straordinaria capacità di apprendimento.

Frequentò le scuole pubbliche di Paterson e successivamente quelle di Passaic City.

Nel 1926 conseguì la laurea in giurisprudenza alla “University of Newark”.

Fu ammesso alla pratica legale nel New Jersey nell'ottobre dello stesso anno e stabilì i suoi uffici a Passaic. 

Si specializzò in pratiche penali e civili.

Ebbe ruoli importanti nel “Passaic City Bar Association”, “Passaic Country Bar Association”, “New Jersey State Bar Association” e nella “American Bar Association”.

Il 22 aprile del 1928 sposò Tessie Viola De Rose.

In qualità di avvocato di successo Martini esercitò la sua professione dinanzi a tutti i tribunali del New Jersey e persino alla Corte Suprema degli Stati Uniti.

Ma Nicholas Martini non fu solo un grande e stimato avvocato seppe anche interpretare, come pochi, anche di funzionario pubblico. 

Lavorò laboriosamente come membro di commissioni impegnate nello sviluppo del benessere e della prosperità della sua città e dell’intero paese.

Fu eletto commissario cittadino della città di Passaic nel 1935 e ricoprì questo incarico per 20 anni.

Fu eletto sindaco di Passaic nel 1943 (vinse con un margine schiacciante) e nello stesso anno fu nominato consigliere della contea di Passaic.

Nel maggio del 1943 divenne membro del “Board of Chosen Freeholders” per un mandato di tre anni. Ricoprì l’incarico di direttore delle opere pubbliche della città di Passaic e in questo ruolo promosse importantissime realizzazioni.

Appoggiò associazioni benefiche e tra queste, in particolare, la “Boys' Towns of Italy”.

Martini aderì al Partito Repubblicano nel quale si distinse come uomo di parola che non fece mai una promessa che non poteva mantenere.

Si guadagnò una reputazione di politico senza macchia e la cosa portò a molte vittorie politiche il suo partito.

*Presidente onorario “Ambasciatori della fame”

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna