Quando l’affermazione verbale è un dato di fatto

di Luigi Casale

Quando l’Europa si andava formando, nella prospettiva geopolitica, come nuova entità statuale (prima i Sei, poi i Dodici, poi a mano a mano tutti gli altri fino a diventare Ventotto), passando per la riunificazione della Germania e fino all’adozione della moneta unica; mentre l’Unione Sovietica si scompaginava e la Jugoslavia si dissolveva; qualcuno l’aveva detto.

"Bruciatemi, nudo. E disperdete le ceneri…"

di Angelo Crespi*

Non si cambia mai; il carattere, le virtù, i vizi persistono anche nell’approssimarsi della morte o quando si pensa ad essa.

Giorgio AlmiranteAlla Camera si ricorda il centenario della nascita di Almirante

di Francesco Curridori*

Berlusconi: "Anche grazie a lui è nato un centrodestra vincente".

Buttafuoco: "Fini, il suo unico errore"

"Se un intellettuale non ha tempo per cercare la verità vuol dire che è impegnato"

di Massimo Negrotti*

La pretesa supremazia dell’intelletto sulle altre attitudini umane, come la sensibilità e l’esperienza, è antica quanto la filosofia e ha fatto più danni di quanti ne abbia fatti l’aggressività fisica.

Giorgio AlmiranteUn viaggio nella destra italiana

di Franco Grilli*

Il patrimonio dei postfascisti, non solo elettorale, se lo contendono gli ex missini rimasti in Forza Italia e quelli passati in Fratelli d’Italia.