Pin It

La Fiera dell’Immacolata a Sant’Omero

ll Comune di Sant’Omero è lieto di presentare la tradizionale Fiera dell’Immacolata che da quest’anno è stata completamente rinnovata e rilanciata con un programma ricco di tradizione, enogastronomia, cultura, arte e divertimento.

Tanti espositori e stand, ma anche un centro storico che si animerà come non mai di eventi, mostre, esposizioni e degustazioni enogastronomiche.

La manifestazione è iniziata già domenica 7 dicembre quando a pranzo sono stati aperti i tendoni di Piazza De Curtis dove poter assaporare piatti a base di polenta e tartufo locale.

A merenda connubio di arte ed enogastronomia presso i caratteristici antichi fondaci del centro storico dove è stato possibile degustare vini DOC e birre artigianali tra installazioni ed esposizioni artistiche di Piero Sospetti, Vincenzo Ammazzalorso, Valentina Massetti e Vincent Wood.

Appuntamento alle ore 18 per l’accensione dell’Albero di Natale e a seguire in Sala Marchesale il Concertino di Natale con numerosi brani di musica da camera per flauto (M° Vasco Gaetano Andreani) e chitarra (M° Andrea Carbone).

Lunedì 8 dicembre si è svolta la tradizionale Fiera dell’Immacolata con tanti stand ed espositori a disposizione della curiosità dei visitatori.

Ci sono diverse esposizioni di aziende agricole e cantine locali con i loro prodotti tipici a km 0. Artisti di strada allieteranno le strade e i vicoli del borgo con musica e spettacoli.

Per tutta la giornata il grande artista Nando Perilli sarà presente con le sue vignette e le sue caricature in una mostra di grafica umoristica.

 

Alle ore 9 la Protezione Civile Val Vibrata - Sant'Omero "Onlus" ha svolto una simulazione di evento rischio idrogeologico con l'utilizzo dell'idrovora.

 

Alle ore 11 nella Sala Marchesale la premiazione e la mostra del concorso fotografico Uno Scatto per Sant'Omero, un social photo contest attivo sulla pagina Facebook del "Comune di Sant’Omero" che da ottobre raccoglie le partecipazioni dei cittadini per valorizzare tutti insieme il territorio santomerese. Un concorso dalla doppia anima, social perché saranno i cittadini a votare attraverso i loro “Mi Piace” e prettamente fotografica perché gli scatti saranno valutati anche da una giuria tecnica di altissimo livello che annovera l’artista e architetto di fama internazionale Mariano Moroni, il celebre fotografo paesaggista Piero Angelini, l’artista di origini santomeresi Renato Coccia, il fotografo e membro dello staff di “Paesaggi d’Abruzzo” Luciano Finocchio, la fotografa locale Sara De Berardinis.

 

A seguire la premiazione e la mostra dei disegni realizzati dai bambini delle scuole dell'Infanzia e Primarie di Sant’Omero coinvolti nel progetto scolastico “Dipingi Sant’Omero”.

 

A pranzo degustazione della polenta e tartufo presso i tendoni e a merenda gli antichi fondaci con le loro iniziative tra arte e degustazioni.

Appuntamento serale in Sala Marchesale per lo spettacolo teatrale dialettale a cura del Circolo Anziani di Nereto.

 

L’Amministrazione Comunale nell’organizzare questa manifestazione ha posto al centro del programma la valorizzazione del territorio, dei suoi prodotti tipici e tradizionali; la partecipazione attiva e diretta dei cittadini attraverso iniziative e concorsi che puntano a rafforzare il legame di identità della comunità e a promuovere le bellezze paesaggistiche del nostro territorio; la cultura e la tradizione come fattori di inclusione e sviluppo sociale; la valorizzazione del nostro caratteristico centro storico.

 

È stato un processo aperto e condiviso con le associazioni del paese (PRO-LOCO SANT'OMERO, Associazione Culturale Daltonicamente e Fondazione Val Vibrata) che hanno partecipato in modo attivo e propositivo all’ideazione e allo svolgimento.

Quest’anno è stato solo l’inizio di un percorso per far tornare la Fiera dell’Immacolata agli antichi fasti di un tempo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna