Pin It

Festa in onore di San Sebastiano

Si celebra il 19 e il 20 gennaio

La vigilia della festa un gruppo spontaneo di cantori e musicanti porta per le vie di San Salvo canti di questua e riceve in cambio cibi e vino che consuma insieme in allegria.

Uno dei canti più diffusi in cui s'intrecciano lodi per le virtù di San Sebastiano, rievocazioni di episodi della sua vita ed esaltazione e richiesta dei cibi da consumare in suo onore è il seguente:

Bbona sera bbona gente

stiamo tutti allegramente

per la festa di domani

in onore di San Sebastiano.

A li venti di Gennaio

noi veniamo a salutar

per la festa di domani

in onore di San Sebastiano.

Per la festa di domani

in onore di San Sebastiano.

Sebastiano è partito

verso Roma è arrivato

padre e madre gli hanno ammazzato

segno che Dio l'ha comandato.

Ritornato dalla Francia

con la spada e con la lancia

con la spada e con la luna

protettore della puntura.

Con la spada e con la luna

protettore della puntura.

Sebastiano si confessava

mentre gli Angeli lo ascoltavano

lo ascoltavano piano piano

benedetto San Sebastiano.

Il suo padre a meraviglia

fece ammazzare il suo figlio

senza pena e senza cuore

senza provare nessun dolore.

Senza pena e senza cuore

senza provare nessun dolore.

Sebastiano con gli occhi al cielo

e con gli occhi insanguinati

ma quel santo martirizzato

tutto il popolo l'ha adorato.

Le salsicce e le ventresche

son buone quando son fresche

carne d'agnello e di castrato

son buone anche d'estate.

Carne d'agnello e di castrato

son buone anche d'estate.

Le ventresche e le giratelle

mettile sopra la gratella

vino cotto e vino crudo

dateli a noi che siam venuti.

Buona sera buona gente

stiamo tutti allegramente

con i suoni e per i canti

buona sera a tutti quanti

buona sera a tutti quanti

(Antonio Celenza, Vasto, com. or. 2005).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna