Pin It

Festa di Sant’Agnese e “Le Malelingue”

Si svolge il 21 gennaio

Il 21 gennaio il calendario cristiano ricorda Sant’Agnese, fanciulla romana che aveva dedicato la sua verginità a Cristo e che si offrì al martirio dopo l’editto di Diocleziano del 303.

Nel 350 Costanza, figlia di Costantino, fece costruire sulla sua tomba, sulla via Nomentana, una basilica dove oggi sorge la chiesa di Sant’Agnese fuori le mura.

Sant’Agnese viene raffigurata generalmente come una giovane donna con un agnello ai suoi piedi o in braccio e la palma del martirio.

In questo giorno è diventata ormai tradizione a Celano l’appuntamento annuale, giunto alla settima edizione, della confraternita "Le Malelingue".

Questa associazione si riunisce nel giorno di Sant’Agnese per trascorrere una serata all’insegna dell’allegria e del sano divertimento con la recita di componimenti in dialetto celanese, in prosa o in versi, che hanno come bersaglio fatti politici e sociali del paese.

La manifestazione, che ha preso spunto da quella di alto spessore dell’Aquila, al di là degli intenti polemici e satirici di sapore carnascialesco costituisce un momento di aggregazione sociale e l’occasione per trascorrere una serata di festa in compagnia di amici nel grigio periodo del rigore invernale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna