Pin It

La Festa in onore di San Franco

Si celebra il 5 giugno e il 15 agosto

La festa in onore del patrono è l’occasione per gli emigranti di tornare nei luoghi di origine e rivedere gli amici che sono rimasti in paese.

Ad Assergi i preparativi per i festeggiamenti iniziano il 3 giugno con un intrattenimento per i bambini in piazza San Franco e con l’attivazione di uno stand-ristoro che sarà aperto nei giorni di festeggiamenti; alle ore 18 annuncio dei festeggiamenti con spari pirotecnici

4 giugno, festeggiamenti in onore di San Vincenzo Ferreri.

I festeggiamenti iniziano alle 08:00 con fuochi pirotecnici e con il giro della Banda Musicale nelle vie del paese.

Alle 11:30 nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, Celebrazione della Santa Messa; poi deposizione della Corona al Monumento ai Caduti con Picchetto d’onore da parte degli Alpini e processione per le vie del paese e fuochi pirotecnici.

Alle ore 15, giro della Banda nel
Alle 19:30: Rito delle Sante Reliquie, la serata si concluderà con uno spettacolo.

5 giugno. La festa in onore di San Franco si svolge con solenne processione per le vie del paese, con l’esposizione delle Sacre Reliquie ed infine con musiche , canti , balli e fuochi pirotecnici.

Nello stesso giorno il Santo viene celebrato anche a Roio, luogo di nascita.
Franco nasce a Roio tra il 1154 ed il 1159 e, ancora adolescente si ritira nel monastero benedettino di San Giovanni di Collimento in Lucoli, dove trascorre circa vent’anni, periodo in cui matura la vocazione per la vita eremitica che inizia prima nei boschi di Lucoli e poi sulla catena del Gran Sasso.

Qui il frate, per evitare le frequenti visite da parte dei pastori e della gente che lo omaggiavano con viveri, cambia molto spesso rifugio scegliendo posti sempre più lontani ed impervi.
Al Santo sono attribuiti diversi miracoli sia in vita che dopo la Sua morte avvenuta il 5 giugno tra il 1220 ed il 1230.

Il Suo corpo, trasportato nella Chiesa di Santa Maria Assunta, viene tumulato nella cripta.
Il Vescovo di Forcona prima del 1256 approva le manifestazioni spontanee dei fedeli e successivamente i Vescovi dell'Aquila le confermano.
Nel 1749 Benedetto XIV concede l’indulgenza plenaria a tutti coloro che partecipano alle funzioni religiose nella Chiesa di Assergi il 5 giugno.
La Santa Sede il 28 marzo 1795 approva il culto liturgico di San Franco esteso a tutta la diocesi.

 Vedi anche: Assergi Story; San Franco da Assergi, San Vincenzo Ferreri

tutti pazzi per la Civita

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna