Pin It

Festa in onore della Madonna Nera dell'Incoronata

Si celebra l’8 settembre

La chiesa madre del XII secolo dedicata ai santi Pietro e Paolo a Pescasseroli, sorge su di una preesistente cella monastica Paolina (800/850 dc) e ospita nella navata sinistra l'altare della Madonna Nera dell'Incoronata. La statua della Vergine che tiene in braccio il bambino è una scultura lignea  riconducibile al XII-XIII secolo.

Nella bolla di papa Eugenio IV nel 1115 si concedeva indulgenza plenaria a tutti coloro che nel giorno della Natività, della Purificazione e della Visitazione avessero visitato la Madonna Incoronata a Pescasseroli.

Questa concessione quindi documenta la presenza della Vergine a Pescasseroli e la venerazione in questo territorio.

In Italia vi sono molti luoghi in cui si venerano le "vergini nere", tra questi il piccolo centro del Parco Nazionale d'Abruzzo che ha avuto un ruolo importante nel periodo della transumanza; fu infatti il punto di partenza di uno dei principali tratturi, Pescasseroli-Candela.

La statua probabilmente aveva raggiunto l'Italia meridionale come la Madonna Nera di Foggia gemellata con Pescasseroli portata da un monaco anacoreta dell'ordine di San Basilio il Grande.

Risalendo il tratturo, trovò rifugio nel Santuario di Monte Tranquillo, antico rifugio dei viandanti.

La festa dell'8 settembre si svolge con la processione che si snoda lungo le vie del paese per poi proseguire verso il Santuario.

Lungo il cammino il corteo effettua una sosta in un luogo chiamato il "Manto della Madonna".

Vi sorge una roccia a forma di grosso mantello.

La credenza vuole che in quel punto la Vergine Maria dopo un estenuante cammino si fosse seduta a riposare lasciando sul masso l'impronta del manto.

Vedi anche: Pescasseroli Story

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna