Stampa
Visite: 1577

La Bulgaria è una repubblica situata nella parte sud-orientale dell'Europa, nella metà orientale della penisola balcanica.

Confina con il Mar Nero ad est, con la Grecia e la Turchia a sud, con la Serbia e la Repubblica di Macedonia ad ovest, e con la Romania a nord da cui è divisa dal fiume Danubio.

La lunghezza complessiva dei confini bulgari è di 2245 km, di cui 1181 terrestri, 686 fluviali e 378 costieri.

Dal 1º gennaio 2007 è Stato membro dell'Unione europea.

La Bulgaria fu abitata sin dal Neolitico, ma la prima popolazione storica fu quella dei Traci, di origine indoeuropea.

I Traci romanizzati, dai quali discendono gli odierni romeni e gli aromeni, abitarono in pace la regione sino al tempo delle invasioni barbariche.

Nel VII secolo nella regione fu invasa da alcune tribù di Slavi, i quali sospinsero gran parte della popolazione indigena oltre il Danubio ed imposero la loro lingua e cultura ai pochi rimasti.

In seguito, nel 678 la zona fu raggiunta anche da un'orda di 25.000 Bulgari, di origine turco-tatara: i quali sottomisero le popolazioni locali mutando il nome della regione da Tracia in Bulgaria.

Dato il loro esiguo numero e il loro basso livello culturale, essi finirono per essere assorbiti dalla popolazione dominata.

In Bulgaria si trovano 9 siti dichiarati patrimonio dell'umanità dall'UNESCO (tra parentesi la data di ingresso nella lista):

•          La chiesa di Bojana (1979)

•          Il Cavaliere di Madara (1979)

•          Le chiese scolpite nella roccia di Ivanovo (1979)

•          La tomba tracia di Kazanlăk (1979)

•          L'antica città di Nesebăr (1983)

•          Il parco nazionale Pirin (1983)

•          Il monastero di Rila (1983)

•          La riserva naturale di Srebarna (1983)

•          La tomba tracia di Sveštari (1985)

La festa nazionale viene celebrata il 3 marzo

tutti pazzi per la Civita