Pin It

Ad Assisi salone del turismo dei siti Unesco

Per valorizzare località uniche e valorizzare i viaggi di storia e di emozioni  Ad Assisi il primo salone mondiale del turismo città e siti Unesco(www.sitiunesco.it/index.phtml) in programma fino a domenica prossima.(www.worldheritagetourismexpo.com/default1.asp)

Oltre cento gli stand presenti nello storico palazzo Monte Frumentario. Propongono i ''tesori'' delle principali località italiane ed estere. Rappresentati, tra gli altri, Messico, Giordania, Svizzera e Israele. Il salone di Assisi è una borsa internazionale annuale nata con l'ambizione di valorizzare le peculiarità di queste località uniche e considerate insostituibili e di favorire, in un'ottica di turismo sostenibile, un circuito di itinerari accattivanti, competitivi e facilmente fruibili.

L'inaugurazione si è svolta nel salone Papale del Sacro Convento. La Basilica di San Francesco ospiterà invece la parte scientifica della manifestazione che prevede incontri, dibattiti e convegni. All'iniziativa sono presenti anche 55 tour operator tra cui 20 italiani, mentre gli altri sono giunti da Olanda, Germania, Francia, Belgio e Regno Unito.

L'obiettivo dei promotori dell'appuntamento e' di creare un mercato del turismo culturale responsabile ed emozionale capace di veicolare le rotte dei viaggiatori verso mete ''affascinanti ed esclusive''. Di qui la necessità di riunire i rappresentanti dei vari siti mondiali per attivare scambi di esperienze in tema di gestione del patrimonio, creando un'occasione concreta di incontro e confronto con gli operatori turistici, con cui sarà possibile realizzare offerte commerciali strategiche ma rispettose dell'ambiente.

''La Borsa internazionale dei siti Unesco - ha spiegato Claudio Ricci, sindaco di Assisi e presidente dell'associazione Città e siti italiani patrimonio mondiale Unesco - si pone l'obiettivo di innescare un turismo consapevole dedicato a coloro che vogliono non soltanto vedere, ma vivere le emozioni di un luogo, portando con sé, al ritorno, non souvenir ma un valore indelebile nel proprio animo. La sfida che vuole lanciare il World tourism expo di Assisi è la promozione di un turismo emozionale che dia all'economia turistica il suo valore originale: viaggiare per scoprire, meravigliarsi, conoscere, mostrare e vendere i prodotti e, soprattutto, conoscere umanamente e spiritualmente persone e luoghi''.

Nell'ambito della manifestazione,il FAI (Fondo Ambiente Italiano) si è aggiudicato il premio turismo responsabile italiano, nella categoria enti e fondazioni territoriali, per il progetto di riqualificazione e restauro del Bosco di San Francesco e del complesso monastico di Santa Croce di Assisi che sarà completato nel 2011. L’itinerario sui sentieri di San Francesco tra Nocera - Assisi e Assisi Gubbio è stato inoltre protagonista di un altro premio assegnato ad Ecologico tours per la categoria tour operator.

www,ansa,it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna