Pin It

Leggende metropolitane di viaggio

di Stefano D'Andrea*

Partire è un po' morire è solo un modo di dire, ma a volte certi rischi possono essere reali e allora meglio informarsi sulla meta del nostro prossimo viaggio.

 

Non sempre, però, le informazioni trovate in giro sono precise ed è bene prendere con le pinze quello che ci viene detto.

Anche perché è possibile cadere nella trappola di qualche leggenda metropolitana, storie incredibili che prendono verosimiglianza solo perché ripetute da molte fonti contemporaneamente grazie al magico potere del passaparola.

Per anni c'è chi ha creduto, per esempio, che New York fosse un posto pericoloso principalmente per via dei coccodrilli che vivevano nelle fogne, dal colore ormai bianco per via della lontananza dalla luce del sole.

Nonostante alcuni serpenti siano effettivamente riusciti a sopravvivere allo scarico nel water da parte di qualche persona che, dopo averlo comprato, se ne voleva disfare, alligatori liberi per New York non sono mai stati avvistati.

Sempre per quanto riguarda gli Stati Uniti è destituita di ogni fondamento la storia che vorrebbe la notte di Halloween come quella con il maggior numero di morti fra i viaggiatori nelle cittadine con meno di cinquantamila abitanti.

Al contrario, paiono avere un minimo di attinenza con la realtà i racconti secondo i quali i cadaveri di poveri disperati, suicidatisi negli Usa a ridosso della "notte delle streghe", siano stati scambiati per macabre decorazioni a tema.Passando al Sudamerica e a chi è in cerca di amore facile, non ci sono prove di relazioni tra questa pratica e l'espianto notturno di un rene.

Per molto tempo si è anche detto che sulla Svizzera ci fossero lanci di vipere dal cielo, da parte di non meglio precisati terroristi "verdi". No, se volete evitare la Svizzera fatelo perché è costosa, perché per il resto è sicura e anche piacevole.

Chi vi dice poi che a Phuket vi metteranno della droga in un vano della borsa per farvi diventare trafficanti inconsapevoli, il tutto attraverso la complicità dei portieri d'albergo, forse ha visto qualche film di troppo.

Chi infine vi assicura che alle frontiere cinesi esistono delle macchine che fotocopiano i vostri documenti che poi verranno usati a vostra insaputa per fare da garanti nelle procedure di espatrio degli emigranti, vi sta mettendo un'ansia non giustificata dall'evidenza dei fatti.

Sono molte le leggende metropolitane che rendono il mondo un posto più pericoloso di quello che realmente è.

Quindi il suggerimento è sempre quello, stare attenti ai pericoli veri e guardarsi da chi ve ne inventa di nuovi e non necessari.

Buon viaggio!

*www.yahoo.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna