Pin It

Corcumello è una delle due frazioni del Comune di Capistrello, è posta a 744m s.l.m. e dista dal capoluogo circa 5,7 km.

Il suo nome deriva dal tardo latino medievale corcinella, curcumellum.

Il corpo principale della frazione è situato sul valico del Monte Girifalco nella parte che digrada verso i Piani Palentini fino ai corsi del torrente Rafia e del fiume Imele.

Si hanno notizie per la prima volta di questo centro intorno all’anno 1100 quando un Curcumellum compare in una bolla di Papa Clemente III in relazione a due chiese si San Giovanni e San Nicola.

Nella sua originaria struttura urbanistica a triangolo rovesciato rispetto al pendio sul quale è adagiato è individuabile il borgo fortificato con all’interno un torrione cilindrico o mastio ed alcuni palazzi nobiliari; purtroppo buona parte di questo borgo è andata distrutta con il terremoto del 1915 che colpì l’intera Marsica.

La storia di questo piccolo centro seguì, grosso modo, tutte le tormentate vicende del territorio che lo circondano passando di volta in volta sotto i vari potentati che si susseguirono nel dominio del luogo.

Vicino al borgo antico, in direzione del capoluogo, si trova l’abitato di Colle Amico che rappresenta un insediamento urbano più moderno.

Attualmente nella frazione di Corcumello risiedono stabilmente poco meno di trecento persone.

Personalità legate a Corcumello

Giovanni Berardi di Tagliacozzo

Paolo Giacchetti

Le tradizioni popolari, sia dal punto di vista religioso che ricreativo, sono ancora molto vive in questa frazione che organizza numerose processioni nonché la festa della “marrocca” e quella di San Martino per il tramite della Pro Loco, richiamando molti visitatori anche da fuori regione.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna