Pin It

Villafalletto è un comune della provincia di Cuneo, in Piemonte.

Il patrono, San Luigi Gonzaga, si festeggia il 21 giugno.

È posta sulla riva destra del Maira.

Villafalletto è nota in particolare per essere stata la città natale di Bartolomeo Vanzetti, l'immigrato italiano anarchico che, insieme a Nicola Sacco, venne ingiustamente ucciso sulla sedia elettrica nel 1927 nel carcere di Charlestown (Massachusetts).

Una targa riportante la dicitura "apostolo di fede pagò con la vita l'amore per gli umili" è collocata sui muri della casa in cui nacque Bartolomeo Vanzetti.

Le ceneri dei due anarchici, che furono riabilitati dal governatore Michael Dukakis nel 1977, si trovano nel cimitero di Torremaggiore, città natale di Sacco.

L'origine dell'abitato di Villafalletto si fa risalire almeno all'epoca romana, periodo di cui si sono trovati diversi reperti archeologici come tombe, epigrafi e monete riportanti l'effigie di Nerone.

La prima citazione del borgo in epoca medievale sono rintracciabili in un documento riguardante il passaggio di proprietà del feudo di Villa da Alineo I, vassallo di Roggiero conte di Auriate, al marchese Aleramo di Savona.

A questo periodo risale il castello locale, collocato sulle rive del fiume Maira presso il paese. Il nome della cittadina viene nuovamente citato in un documento del 1163quando il marchese Manfredo I di Saluzzo la acquistò tra i propri feudi.

Il dominio dei marchesi di Saluzzo perdurò su Villafalletto per circa duecento anni sino al 18 giugno 1322, anno in cui questi vendettero il feudo ai marchesi del Carretto, i quali dopo appena dieci anni di signoria, lo cederanno alla famiglia piemontese dei Falletti, marchesi di Barolo, che lo tennero con titolo di conti per quasi mezzo millennio.

È grazie alla signoria dei Falletti che l'abitato prende il nome latino di Villafallettorum da cui il moderno Villafalletto.

Sarà sotto la liberalità dei Falletti che la comunità nel 1461 riuscì a dotarsi dei primi statuti, riuscendo a mantenersi in pace sino al 1487 quando, la vigilia di Natale, il paese venne investito dalla guerra con il marchesato di Saluzzo.

La città venne nuovamente occupata dai francesi prima, dai Savoia nel 1641 e nel1744 dagli spagnoli.

Sarà ancora una volta grazie alla mediazione dell'ultimo conte, Carlo Tancredi Falletti, oggi dichiarato venerabile, che negli anni della restaurazione austriaca, che il paese verrà risparmiato dai saccheggi di francesi e filo-austriaci.

Personità legate a Villafalletto

Bartolomeo Vanzetti, anarchico italiano

Nicola Sacco, anarchico italiano

• Rinaldo Comba, storico e docente universitario di storia medievale

• Giorgio Gribaudo professore ordinario di microbiologia dell'Università di Torino

Gemellaggi

• Torremaggiore, dal 2009

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna