Pin It

Scoppito è un comune della Provincia dell'Aquila, in Abruzzo.

Il patrono, San Giacomo, si festeggia il 25 luglio.

Frazioni: elenco in fondo alla pagina.

Confina con i comuni di Antrodoco (RI), Fiamignano (RI), L'Aquila, Tornimparte.

È posto alle falde dell'aspro Monte Calvo.

Si segnala, in San Giacomo, la chiesa parrocchiale, una statua seicentesca, lignea, del Santo.

Nei dintorni della frazione Civitatomassa si può vedere un ponte romano ad una sola arcata, Ponte Nascoso, sul quale passava la via Cecilia.

Scoppito è un comune dell'entroterra abruzzese il cui territorio comunale si sviluppa nella parte occidentale della conca aquilana sovrastato dal gruppo montuoso di Monte Calvo (1898mt).

Esso confina con il Lazio lungo lo spartiacque appenninico e con i comuni limitrofi dell'Aquila, Tornimparte, Cagnano Amiterno e Barete.

Il Territorio comunale (820 msl) può vantare un'invidiabile posizione strategica considerata la vicinanza alla città dell’Aquila (13 km).

È costituito da 13 frazioni, quasi tutte di piccola dimensione dal punto di vista demografico, ad eccezione del centro abitato di Scoppito che rappresenta il nucleo principale di maggiore interesse dell'intero territorio.

In località Madonna della Strada durante lo sbancamento di un piccolo rilievo argilloso è stato rinvenuto, il 25 marzo 1954, il celebre Mammuthus meridionalis ora esposto nei locali del Museo Nazionale d'Abruzzo, nel bastione orientale del Castello dell'Aquila.

Il territorio di Scoppito è legato al popolo dei Sabini, che taluni studiosi ritengono di origine mediorientale, ma che altri più realisticamente, tra i quali Strabone, Dionigi d'Alicarnasso e successivamente Catone, reputano autoctono dell'Italia centrale.

Nel suo territorio, frazione Civitatomassa, esisteva l'antica Fo­rali, un centro dipendente dalla vicina Amitcrnum, dalla quale proviene un'importante iscrizio­ne del I secolo a.C.

Il paese è di origine medievale, negli antichi documenti compare col toponi­mo "Spoppletum"-

Agli inizi della seconda metà del XIV secolo era già un borgo fortificato.

Negli ul­timi decenni, con l'insediamento di una importante industria e di altre piccole attività produttive, il centro ha avuto un notevole sviluppo economico.

La vicinanza con la città dell’Aquila, la conformazione del territorio abbastanza agevole e la presenza di alcune importanti industrie hanno favorito un andamento demografico del tutto opposto rispetto a quello della maggior parte dei comuni dell'entroterra Appenninico con la popolazione che è in costante aumento sin dagli anni 70'.

Dopo il terremoto del 6 aprile 2009, la popolazione si è quadruplicata ed ha portato all'apertura di decine e decine di attività commerciali facendo sorgere nuovi centri commerciali.

Eventi e tradizioni

17 gennaio: Forcellette, in onore di Sant’Antonio abate distribuzione tradizionale della pagnotta di pane, con salsiccia e formaggio e benedizione degli animali;
17 gennaio: Scoppito, fuochi con fascine di legna;
23 gennaio: Civitatomassa, in onore di Sant’Antonio abate, distribuzione di zamponi con fagioli e pagnotte e benedizione degli animali;

23 gennaio: Collettara, tradizionale polentata in piazza della famiglia Capulli, in onore di San Fabiano;

5 febbraio: Casale, distribuzione della pagnotta di pane in onore di Sant’Agata;

18 e 19 giugno: Collettara, Festa patronale di Sant’Antonio da Padova;

23 e 28 giugno: Frazioni, fuochi con fascine di legna in onore di San Giovanni e SS Pietro e Paolo;

Ultima domenica di maggio: Madonna della Strada, Festa patronale della Madonna della Libera;

24 giugno: Civitatomassa, in onore di San Giovanni, distribuzione di ciliege e pasta alla amatriciana in onore di San Giovanni;

2 luglio: Scoppito, nella Chiesa di San Valentino si festeggia la Madonna delle Grazie;25 luglio, Scoppito, Festa Patronale di San Giacomo;
Dal 14 al 18 luglio: Scoppito, si svolge nella panoramica piazza di San Bartolomeo la tradizionale sagra del tartufo; festeggiamenti in onore di Santa Maria Santissima della Neve e Sant’Antonio. Durante la manifestazione hanno luogo la gara di ricerca del tartufo, il torneo di bocce, le gare di carte;

5 e 6 agosto:  Ville di Scoppito, Festa della Madonna della Neve e di Sant’Antonio da Padova;
15 e 16 agosto: Santa Maria, Festa della Madonna dell'Assunta;16 agosto, Sella di Corno, Festa patronale di San Pietro;

24 agosto: Ville di Scoppito, Festa di San Bartolomeo;

24 agosto:  Civitatomassa, Festa di San Gabriele e della Madonna;

4 e 5 settembre: Scoppito, Festa di San Vincenzo e della Madonna Addolorata;

5 settembre: Vigliano, Festa di Maria SS delle Grazie;11 settembre, Scoppito, commemorazione VVFF caduti a New York;

Primo di novembre: Scoppito, Tutti i santi, distribuzione pagnotte di pane;

4 novembre: Civitatomassa, Commemorazione caduti nelle guerre, giornata forze armate;
Prima domenica di ottobre: Ville di Scoppito, festa di Maria SS del Rosario.

4 novembre: Scoppito, Commemorazione caduti nelle guerre e giornata forze armate;

9-10 dicembre: Collettara, Santa Maria Lauretana, veglia e Messa.

Frazioni: Casale, Cave, Civitatomassa, Collettara, Cupoli, Forcellette, Madonna della Strada, Santa Dorotea, Santa Maria, Sella di Corno, Vallinsù, Vigliano.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna