Pin It

Monteodorisio è un comune della Provincia di Chieti, in Abruzzo.

Il patrono, San Marcellino, si festeggia il 2 giugno.

Confina con i comuni di Cupello, Furci, Gissi, Pollutri, Scerni, Vasto.

II paese, sovrastato dal quattrocentesco castello molto rimaneggiato, sorge su un colle lungo la vallata del Sinello.

Oltre i resti della cinta muraria, sono da vedere alcuni esempi di edilizia ottocentesca, tra i quali il palazzo Suriani che conserva le decorazioni parietali di N. Biondi e G. D'Agostino, il santuario della Madonna delle Grazie, di stile eclettico, meta nel mese di settembre di grandi flussi di pellegrini, con all'interno decorazioni degli stessi artisti attivi in palazzo Suriani, il borgo fortificato con il castello e l'annesso Museo per l'economia tra l'antichità ed il Rinascimento.

Chiesa di San Giovanni Battista.

Sita in Via Duca degli Abruzzi.

È in stile neoclassico.

Nel Catalogus Baronum, al periodo di Guglielmo II d'Altavilla, risulta però citato con il nome di Mons Odorisius o Monterisi.

È un paese di origini medievali.

Le prime notizie della sua contea, che comprendeva tredici castelli e ville attorniate al capoluogo, risalgono al 993, anno in cui passò ad un certo Oderisio conte dei Marsi.

Il paese sembra prendere il nome da lui.

La prima menzione del paese risale al X secolo.

Ebbe grande importanza come postazione strategica nel '400.

In questo secolo fu prima dei Caldora che riedificarono e ampliarono il castello e poi dei d'Avalos.

Nel suo territorio sono stati rinvenuti reperti che lasciano sup­porre l'esistenza di un insediamento in epoca romana.

Resti dei conventi

°di San Francesco d'Assisi. Sono siti in Via Vittorio Emanuele. L'impianto originario è precedente il 1334. La chiesa fu distrutta per erigere il Municipio mentre il monastero fu distrutto dopo la soppressione dell'ordine dei Frati Regolari Conventuali.

°di San Bernardino. Sono siti in località San Bernardino. Risale al 1442, L'impianto del convento è scomparso, rimane solamente una cappella a navata unica. L'abside è a volta mentre nella navata e a capriate.

•          Santuario della Madonna delle Grazie. Il santuario è sito in Via Madonna delle Grazie e risale al XIX secolo.

Eventi  e Tradizioni

•          Seconda domenica di maggio: festa patronale di San Marcellino

•          Primo sabato di settembre: festa di San Rocco

•          Prima domenica di settembre: festa della Madonna delle Grazie

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna