Pin It

Le frazioni dell’Aquila

Il territorio comunale dell'Aquila, il decimo in Italia per estensione, include 59 frazioni alcune delle quali sono ormai aggregate alla struttura urbana del capoluogo e possono essere considerate a tutti gli effetti quartieri.

Nella maggior parte dei casi queste frazioni derivano dagli antichi castelli che nel XIII secolo promossero la fondazione dell'Aquila; alcune di esse sono state riaccorpate amministrativamente all'Aquila solo nel XX secolo (la Grande Aquila) nel tentativo di ricreare l'unione politica tra L'Aquila e il suo contado.

•          Aquilio

Antichissimo castello posto alle pendici del colle di Roio, ad ovest del capoluogo. Nato a ridosso del fiume Aterno, in una zona ricca di sorgenti, ebbe un ruolo importante nelle vicende della fondazione dell'Aquila e, con ogni probabilità, della scelta del suo nome.

• Aragno

Piccolo centro di origine normanna, originariamente conosciuto con il nome di Ragna, situato ad oltre 1000 metri d'altitudine all'interno del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, a nord est del capoluogo. Di particolare interesse architettonico sono la chiesa romanica di Santa Maria Maddalena e quella di Santa Maria della Vittoria. Fino al 1927 Aragno era contenuto nel comune di Camarda ed oggi conta circa 400 abitanti.

• Arischia

Anticamente conosciuto come Oriscola, è un borgo posto a circa 800 metri d'altitudine al limite nord orientale del territoriale comunale, in un'area ricca d'acqua e legname che hanno contribuito alla sua ascesa economica e politica: nell'antichità infatti, dai boschi del circondario, bosco di Chiarino, veniva ricavato un olio da illuminazione ricercato in tutta Italia. Il paese, sede del Museo del legno, è meta di passeggiate e itinerari turistici a causa della vicinanza con il Gran Sasso e della sua posizione strategica nella gola che divide la Valle dell'Aterno da quella del Vomano. Fino al 1927 Arischia è stata comune autonomo. Nel 2009 è stata gravemente danneggiata dal terremoto del 6 aprile; conta circa 1300 abitanti.

Assergi

Centro di origine vestina, nei suoi dintorni si trovano i ruderi dell'antica Prifernum, era conosciuto in epoca romana come Castrum Asserici, da cui deriva il nome del castello che contribuì alla fondazione dell'Aquila, Sercio, di cui è ancora visibile la cinta muraria, e quello attuale. Situato proprio a ridosso del massiccio del Gran Sasso, a poca distanza dalla funivia che porta a Campo Imperatore, è sede dell'ente Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e dei Laboratori nazionali del Gran Sasso. Tra le emergenze architettoniche del paese si ricorda soprattutto la Chiesa di Santa Maria Assunta con facciata romanica simile a quella della Basilica di Santa Maria di Collemaggio e cripta scavata nella roccia. Assergi conta poco più di 500 abitanti.

•  Bagno

Si tratta di una delle ville dell'omonimo centro diffuso (anticamente Balneum cum Villis) che si sviluppa su un'area di vaste dimensioni alle pendici del Monte Ocre, a sud est dell'Aquila. È stato uno dei castelli che ha contribuito alla fondazione della città e vanta numerose valenze storiche. È ulteriormente suddivisa in due parti, denominate Bagno Grande e Bagno Piccolo, ed insieme alle altre ville ha formato fino al 1927 un comune autonomo ed oggi conta circa 600 abitanti.

•  Bazzano

Piccolo centro posto alle pendici del monte omonimo, ad est del capoluogo. Di origine vestina (anticamente noto come Offidium) ha un ruolo importante nella fondazione dell'Aquila nella quale è presente la chiesa capoquarto di Santa Giusta (originariamente San Giorgio) collegata proprio al castello di Bazzano. Un'altra chiesa di Santa Giusta costituisce poi la principale emergenza architettonica del paese: si tratta di una chiesa medievale realizzata su preesistenze normanne la cui facciata a capanna è riconosciuta come una delle più importanti espressioni dell'architettura aquilana pre-fondazione. Fino al 1927 era inglobato nel comune autonomo di Paganica.

Camarda

Antico borgo situato sulla strada che dall'Aquila sale verso il Gran Sasso, a circa 800 metri d'altitudine. Con il suo circondario costituiva, sino al 1927 un comune autonomo. Oggi presenta visibili danneggiamenti dovuti al terremoto del 2009.

Cansatessa

Paese posto all'estremità occidentale del quartiere di Pettino, sulla strada che dall'Aquila va verso San Vittorino e l'antica città romana di Amiternum. Può oggi essere considerato parte della struttura urbana della città.

•          Casaline

Piccolo centro posto a quasi 1000 metri d'altitudine sul colle di Preturo, centro con cui ha costituito, fino al 1927, un comune autonomo. Conta circa 100 abitanti.

•          Cermone

Località situata sulla confluenza della cosiddetta Via Amiternina con la strada che dall'Aquila sale verso l'alto Aterno. Rappresenta l'estremità meridionale del circondario di Arischia con cui ha costituito, fino al 1927, un comune autonomo.

•          Cese di Preturo

Paese posto a ridosso del borgo di Preturo ad oltre 700 metri d'altezza, in una posizione panoramica con vista sulla Valle dell'Aterno. Fino al 1927 è stato inglobata nel comune autonomo di Preturo mentre nel 2009 è stato scelto come principale sito destinato ad ospitare gli sfollati del terremoto passando da 300 abitanti ad oltre 2000.

•          Civita di Bagno

•          Colle di Preturo

•          Colle di Sassa

•          Colle Roio

•          Collebrincioni

•          Collefracido di Sassa

•          Collemare di Sassa

Coppito

•          Filetto

•          Foce di Sassa

•          Forcelle

•          Genzano di Sassa

•          Gignano

•  Monticchio

Onna

Paganica

•          Pagliare di Sassa

•          Palombaia di Sassa

•          Pescomaggiore

Pettino

•          Pianola

•          Pile

•          Pizzutillo

•          Poggio di Roio,

•          Poggio Santa Maria

•          Pozza di Preturo

•          Pratelle

• Preturo

•          Ripa

Roio Piano

•          San Giacomo Alto

•          San Giuliano

•          San Gregorio

•          San Leonardo

•          San Marco Di Preturo

•          San Martino di Sassa

•          Sant'Angelo

•          Santa Rufina di Roio

•          Santa Veronica

•          Sant'Elia

•          Santi

• San Vittorino

•          Sassa

•          Tempera

•          Torretta

•          Vallesindola

•          Vasche

 

Vedi anche: L'Aquila Story; L'Aquila: Monumenti, personalità, tradizioni;

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna