Pin It

Caprafico è un borgo della Provincia di Chieti, in Abruzzo.

E’ l'unica frazione in Italia il cui territorio appartiene a 4 comuni diversi: a Guardiagrele per la maggior parte, a Casoli per meno della metà e in minima parte anche a Palombaro e Pennapiedimonte.

La suddivisione del territorio di Caprafico in più comuni crea periodicamente non pochi problemi ai residenti.

Il borgo sorge in una zona collinare e conta circa 230 abitanti.

L'abitato si divide nelle sottocontrade di Caprafico Piane, Caprafico Laio e Capuani. Nell'Aprile del 2011 nasce la prima pro loco di Caprafico chiamata Associazione Culturale "Insieme per Caprafico", che avrà come obiettivo, oltre a quello di promuovere il territorio, quello di costruire una nuova chiesa per la contrada.

Caprafico si trova in una zona collinare ai piedi della Maiella ed è formato da una collina che termina in alto con una piana (dove si trova appunto Caprafico Piane).

Scendendo dalla collina, dopo aver passato un bosco, si arriva alla valle del Laio (da cui prende il nome Caprafico Laio). Il Laio è un fiume di carattere torrentizio che ha le sue sorgenti nella zona di Bocca di Valle, ed è alimentata da vari affluenti, tra cui spicca L'Acquarossa.

Agli inizi degli anni '90, a seguito di abbondanti piogge, una grande quantità di rifiuti (che si trovavano in una discarica abusiva vicino alla sorgente nella località di Bocca di Valle) è finita nel Laio causando un danno ambientale enorme, sia alla flora che alla fauna che vivevano intorno al fiume. La maggior parte del territorio della contrada è adibito a colture o è ricoperto da boschi, mentre solo una piccola parte è occupata dalle abitazioni, che non sono riunite in un centro abitato, ma sono sparse nel vasto territorio.

Gran parte del territorio di Caprafico è adibito a colture di cereali (come farro, orzo, grano...), ortaggi, alberi da frutta, uliveti e vigneti. Nella frazione sono presenti anche un frantoio, un'azienda agricola, un agriturismo e varie altre attività, che però non la rendono autosufficente. Molto sviluppato è anche l'allevamento, soprattutto di ovini e caprini.

Fino al 1985 la chiesa si trovava in località Pannelli, al centro della contrada, ma dopo l'inagibilità di questo edificio a causa di una frana dal 1986 la chiesa della contrada si trova in località Caprafico Laio ed è li che ogni anno si svolgono tutte le feste, i santi patroni sono L'Immacolata concezione e San Rocco.

L'attuale edificio è un ex-scuola elementare in cui da alcuni anni è stato chiuso il piano superiore, in seguito ad alcuni problemi di stabilità del tetto.

A fine 2011 sono cominciati i lavori di ristrutturazione di tutto l'edificio.

Sabato 7 marzo 2009 alle ore 14.00, dopo 2 giorni di pioggia ininterrotta, una campagna della zona di Caprafico Laio, nel comune di Casoli, è franata.

Un grande pezzo di terra è letteralmente "scivolato" sullo strato di argilla che si trovava sotto, bloccando la strada comunale per alcune settimane, senza però danneggiare la statale.

Eventi e manifestazioni

Nel penultimo fine settimana del mese di luglio, si tiene la Sagra dei Buoni Sapori, con piatti tipici della zona e stand gastronomici.

L’edizione tenutasi nel 2009 ha avuto un grandissimo successo, dovuto in parte alla qualità dei prodotti e in parte alla presenza di grandi artisti canori.

Nel 2010 e nel 2011 la manifestazione non si è svolta.

La festa patronale c'è il primo venerdì e il primo sabato di settembre, e solo nel 2010 anche la prima domenica, in cui si festeggiano l'Immacolata Concezione e San Rocco.

In questi giorni si organizza anche la conocchia, un carro che passa per tutte le case della contrada a raccogliere cibi e bevande che verranno poi rivenduti alla festa.

Questa festa è famosa anche per il coniglio ripieno, una specialità di Caprafico.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna